Contenuto principale

Difesa Civica

Difesa Civica | 26.11.2014 | 11:54

Intervento congiunto in caso di difficoltà finanziarie

Collaborazione tra Caritas e Difesa civica per affrontare i casi non intercettati dalla rete sociale.

Morandell con il direttore della Caritas Schweigkofler.ZoomansichtMorandell con il direttore della Caritas Schweigkofler.

I problemi di persone in difficoltà finanziaria sono sempre più spesso tema delle udienze della Difensora civica Gabriele Morandell. Si tratta di persone cui viene cancellato o ridotto un sostegno sociale, come l'assegno di cura, l'assegno famigliare, il sussidio casa, l'assegno di disoccupazione, e che chiedono alla Difesa civica di verificare se questo intervento è corretto. In particolare per le persone anziane o malate una tale riduzione del reddito è fonte di paura e disperazione, in quanto spesso impedisce di garantire finanziariamente anche elementari esigenze di vita.

In molti casi, tuttavia, la Difesa civica non è in grado di aiutare la persona ingteressata: questo avviene quando la riduzione o revoca del sussidio da aprte dell'ufficio competente é fondata ed eseguita in maniera giuridicamente corretta. In queste situazioni, è la Caritas ad appoggiare chi ha bisogno di aiuto, fornendo alimentari e materiale di prima necessità e consulenza in caso di debiti.

La Difensora civica Morandell e il direttore della Caritas Heiner Schweigkofler hanno concordato di operare fianco a fianco, nei prossimi anni, per aiutare insieme le persone che si trovano in queste situazioni di difficoltà, cercando le soluzioni più efficaci.


(MC)