Contenuto principale

Consiglio

Consiglio | 20.10.2021 | 16:08

3a commissione: agevolazioni IMI per aziende turistiche

L’articolo 8 del disegno di legge sull’imposta municipale immobiliare arriverà al plenum quale disegno di legge indipendente. No al disegno di legge del Gruppo verde sull’arte nelle opere pubbliche.

Riunita oggi sotto la presidenza di Helmuth Renzler, la 3a commissione legislativa ha esaminato il disegno di legge provinciale n. 96/21: Modifiche alla legge provinciale 23 aprile 2014, n. 3, recante ‘Istituzione dell'imposta municipale immobiliare (IMI)’ e altre disposizioni (presidente della Provincia Arno Kompatscher), dando a esso parere positivo con 4 voti favorevoli (presidente Renzler e conss. Gerhard Lanz, Helmut Tauber e Carlo Vettori) e 4 astensioni (conss. Diego Nicolini, Maria Elisabeth Rieder Hanspeter Staffler e Josef Unterholzner). Non sono state annunciate relazioni di minoranza.

Come spiega il presidente Renzler, oggi è stato approvato solo l’articolo 8 della proposta, riguardante le agevolazioni dell’imposta municipale immobiliare a sostegno dell’economia del settore turistico in connessione all’emergenza sanitaria da COVID-19 (oltre agli articoli 10 e 11 relativi a disposizioni finanziarie ed entrata in vigore della norma), mentre gli altri sono stati stralciati e torneranno in commissione in forma di disegno di legge separato. “In questo modo”, commenta Renzler, “abbiamo liberato la strada all’esenzione delle aziende turistiche dalle prime rate dell’IMI, in modo che i Comuni possano fare per tempo i relativi calcoli e un settore pesantemente condizionato dalla pandemia possa essere alleggerito”

La commissione ha quindi discusso il disegno di legge provinciale n. 62/20: Modifica della legge provinciale 17 dicembre 2015, n. 16, “Disposizioni sugli appalti pubblici” (conss. Brigitte Foppa, Riccardo Dello Sbarba e Hanspeter Staffler), respingendone il passaggio alla discussione articolata con 4 voti favorevoli (conss. Nicolini, Rieder, Staffler e Unterholzner) e 4 voti contrari (voto determinante del pres. Renzler e voti dei conss. Locher, Tauber e Vettori). La proposta riguarda l’abbellimento delle opere pubbliche mediante interventi artistici.

(MC)