Contenuto principale

Gruppi consiliari

ENZIAN | 18.03.2022 | 08:15

DATI ESPLOSIVI

Il rapporto sul vaccino mRNA della Pfizer mostra molti effetti collaterali - effetti collaterali apparentemente destinati ad essere nascosti, il tribunale americano del Texas ha imposto la pubblicazione.

Abg. Josef Unterholzner (Foto: Josef Unterholzner)ZoomansichtAbg. Josef Unterholzner (Foto: Josef Unterholzner)

I dati del rapporto sugli effetti collaterali di Pfizer/Biontech risalgono al periodo dicembre 2020 - febbraio 2021, proprio quando il vaccino mRNA è stato testato sulla popolazione generale. (Fonte: articolo di Friederike Kleinfeld, MD: https://reitschuster.de/post/die-nebenwirkungen-die-die-welt-nicht-erfahren-sollte/)

"Un rapporto sugli effetti collaterali normalmente è incluso quando un nuovo farmaco viene introdotto", riferisce il consigliere Josef Unterholzner del gruppo consigliare ENZIAN. Questi dati sono elencati nel foglio illustrativo di un farmaco per attirare l'attenzione su possibili effetti collaterali o interazioni. "Nel caso della vaccinazione mRNA della Pfizer, non c'è un foglio illustrativo e anche i dati del rapporto sugli effetti collaterali non sono mai stati pubblicati", critica Josef Unterholzner e si riferisce alla decisione del tribunale del 7 febbraio 2022 in Texas negli Stati Uniti, dove circa 30 professori e scienziati hanno fatto rispettare in tribunale che la Pfizer deve pubblicare questo rapporto sugli effetti collaterali.

I dati sono preoccupanti: 42.086 casi sono stati osservati per tre mesi dopo la vaccinazione mRNA con Pfizer, 1.223 persone sono morti durante questo periodo, 11.361 soggetti erano in pessime condizioni di salute, febbre, nausea e debolezza erano all'ordine del giorno ma sono stati registrati anche moltissimi effetti collaterali come disturbi nervosi, problemi respiratori e toracici, infezioni, (contaminazione), disturbi cardiovascolari ed ematologici.

 "Quindi la vaccinazione è tutt'altro che sicura", dice il consigliere del ENZIAN, sottolineando che questo rapporto sugli effetti collaterali sono dati ufficiali della Pfizer di un periodo di soli tre mesi! Rapporti sugli effetti collaterali di un periodo più lungo sono in elaborazione.

"Sarebbe bene sottoporre un "farmaco" con un profilo di rischio a breve termine così stratificato - per cui il rischio a lungo termine non può ancora essere stimato - a un'analisi precisa prima di essere usato sugli esseri umani e preparare un foglio illustrativo con i possibili effetti collaterali e interazioni", conclude il consigliere del ENZIAN Josef Unterholzner.


(ENZIAN)