Contenuto principale

Difesa Civica

Difesa Civica | 19.09.2013 | 12:11

I difensori civici d'Europa in Consiglio provinciale

Su in iniziativa della sua presidente, la difensora civica della provincia Burgi Volgger, in occasione dei 25 anni dalla fondazione si riunisce oggi a Bolzano il direttivo dell'EOI, Istituto Europeo dell'Ombudsman. Il gruppo di difensori civici accolto in Consiglio provinciale.

Il direttivo EOI (con al centro la pres. Burgi Volgger) in Consiglio provinciale.ZoomansichtIl direttivo EOI (con al centro la pres. Burgi Volgger) in Consiglio provinciale.

In occasione dei 25 anni dell'Istituto Europeo dell'Ombudsman - EOI, su invito della presidente Burgi Volgger, difensora civica della Provincia di Bolzano, è stata organizzata nel capoluogo altoatesino una seduta del direttivo di questo istituto, che ha compiti di ricerca sulla tutela dei diritti umani e dei cittadini e di diffusione della conoscenza della figura dell'ombudsman, nata nell'area scandinava e sviluppatasi dagli anni '70 nel centro e sud Europa. Ad esso aderiscono 105 difensori attivi in Europa.

Gli ombudsmann di Italia, Austria, Germania, Belgio, Bulgaria, Lituania, Paesi Bassi, Romania, Federazione russa, Serbia e Ucraina hanno fatto visita anche al Consiglio della Provincia autonoma di Bolzano. Nell'accoglierli, il presidente del Parlamento provinciale ha sottolineato l'importanza dell'ombudsman, organo di mediazione tra cittadini e amministrazione, e la competenza con cui la difensora Volgger ha esercitato questi compiti in provincia. Egli ha poi illustrato modalitá di lavoro e competenze del Parlamento provinciale.

Dopo la seduta di oggi, il direttivo si recherà a Innsbruck, dove presso la sede del Landtag si festeggerà il compleanno EOI, fondato nel 1988 proprio nel capoluogo tirolese. Tra i membri fondatori, anche il primo difensore civico altoatesino Heinold Steger.


(MC)