Contenuto principale

Difesa Civica

Difesa Civica | 13.09.2010 | 17:48

I vertici dell'Istituto Europeo dell'Ombudsman a Bolzano

Sotto la presidenza della difensora civica della provincia di Bolzano Burgi Volgger sono stati definiti i punti cardine del programma annuale dell'EOI. Interessante lo scambio di esperienze di convivenza tra gruppi etnici in Alto Adige e in Belgio.

I vertici EOI a Bolzano: (da sx.) Hauser, Volgger, Schürmans, Siegele.ZoomansichtI vertici EOI a Bolzano: (da sx.) Hauser, Volgger, Schürmans, Siegele.

I vertici dell'Istituto Europeo dell'Ombudsman (European Ombudsman Institute, EOI) si sono riuniti a Bolzano per definire il programma annuale e valutare la collaborazione con altre istituzioni di difensori civici. Da aprile, presidente dell'EOI è la difensora civica della provincia di Bolzano Burgi Volgger: attorno a lei si sono raccolti l'ombdusman nazionale belga Guido Schürmans quale vicepresidente, il difensore civico tirolese Josef Hauser, il segretario generale EOI Josef Siegele.

"L'incontro", riferisce Burgi Volgger, "è stato utile per raccogliere idee su sviluppo e punti chiave dell'EOI. Si è trattato però anche di un interessante scambio di esperienze sulla convivenza di gruppi etnici diversi, che accomuna provincia di Bolzano e Belgio: qui, per esempio, accanto a quello fiamminmgo e a quello vallone è stato recentemente eletto anche un difensore civico di lingua tedesca".


(MC)