Contenuto principale

Consiglio

Consiglio | 09.04.2020 | 19:37

3a commissione: sì agli interventi anticrisi

La commissione presieduta da Helmut Tauber ha dato parere favorevole al disegno di legge 49/20 della Giunta provinciale. Sostegni a famiglie e aziende, sospensione di tasse, premi per il personale attivo sul fronte del virus.

La 3a commissione legislativa ha esaminato oggi il disegno di legge provinciale 49/20, Variazioni al bilancio di previsione della Provincia autonoma di Bolzano per gli esercizi 2020, 2021 e 2022 e altre disposizioni (presidente della Provincia Arno Kompatscher), dando a esso parere positivo con 6 voti favorevoli (presidente Helmut Tauber, conss. Gerhard Lanz, Helmuth Renzler, Carlo Vettori, Paul Köllensperger e Josef Unterholzner) e 2 astensioni (conss. Diego Nicolini e Hanspeter Staffler).

Alla proposta, depositata già a inizio marzo, la Giunta ha presentato numerosi emendamenti contenenti disposizioni per la gestione della crisi conseguente all’epidemia da coronavirus. Come ha spiegato il presidente della provincia Arno Kompatscher, si tratta tra il resto di sostegni ad associazioni culturali, precisazioni sull’urbanistica (si rinuncia a coinvolgere la commissione per la natura, il paesaggio e lo sviluppo del territorio in caso di pareri positivi senza osservazioni), la promozione dell’innovazione con misure per il risparmio energetico, l’estensione degli interventi per piccole imprese a tutti i settori (compresi agricoltura e agriturismo), prestiti agevolati e contributi in conto capitale per aziende con un massimo di 5 collaboratori, semplificazioni degli iter per gli appalti durante la crisi, sospensione di tassa automobilistica e imposte comunali, estensione del fondo di solidarietà bilaterale alle piccole aziende, una sorta di cassa integrazione per persone disabili che durante la crisi non possono più partecipare a progetti lavorativi, un premio (o ferie straordinarie) al personale impegnato sul fronte del virus, una maggiore partecipazione pubblica nell’estensione della rete a banda larga, coperture di interessi per le famiglie, il dimezzamento dei mezzi per le trattative tariffarie con i ruoli dirigenziali (le cifre risparmiate saranno destinate a misure anti-coronavirus), il prolungamento fino a fine anno della validità di titoli edili e del termine per i procedimenti amministrativi di controllo.

Questo pacchetto di misure, per complessivi 100 mio. €, sarà coperto con storni. Per il pacchetto più ampio – da 1,5 a 2 mld € - è necessaria l’autorizzazione all’assunzione del debito. Il disegno di legge, la relazione accompagnatoria e i principali emendamenti si possono scaricare a questo link.

“In questo modo, abbiamo creato i presupposti essenziali affinché gli interventi possano arrivare al più presto alla cittadinanza”, spiega il presidente della commissione Helmut Tauber: “Si tratta di misure destinate a famiglie, economia e lavoro, persone con disabilità e coloro che si trovano ad operare in prima linea contro il virus. Con questi primi interventi economici – contributi, crediti e semplificazioni per gli appalti – si rafforzano in primo luogo i circuiti regionali. La legge crea le basi, i dettagli verranno poi determinati immediatamente dalla Giunta provinciale”. Tauber ringrazia tutti per la disponibilità a lavorare il più velocemente possibile per il varo di questa legge, e augura in questa occasione a tutti i concittadini “una felice Pasqua nonostante il coronavirus”.

Alla seduta, che si è svolta nella sala sedute del plenum nel rispetto delle misure di sicurezza, hanno partecipato per videoconferenza anche l’ass. Maria Hochgruber Kuenzer e l’ass. Giuliano Vettorato.

(MC)