Contenuto principale

Consiglio

Consiglio | 09.09.2019 | 14:54

Riconoscimento in Consiglio ai Maestri del Lavoro

Accolti dal pres. Noggler 13 Maestri del lavoro e una giovane Alfiere del Lavoro: “Avete contribuito alla crescita non solo della vostra azienda, ma dell’intera provincia”.

Il pres. Noggler con i nuovi Maestri del Lavoro (Foto: Consiglio/Werth)ZoomansichtIl pres. Noggler con i nuovi Maestri del Lavoro (Foto: Consiglio/Werth)

Molti di loro hanno lavorato per 35 anni nella stessa azienda, partendo dai ruoli più umili e finendo per occupare posti di rilievo grazie alla loro dedizione: sono i 14 altoatesini che nel 2018 e nel 2019 hanno ricevuto il riconoscimento di Maestri del lavoro e di Alfiere del Lavoro, accolti oggi in Consiglio provinciale dal presidente Josef Noggler. “Nei banchi dove sedete oggi”, queste le parole di Noggler, “solitamente si trovano coloro che prendono le decisioni su come gestire la provincia e darle benessere e sviluppo: è quindi un posto adatto a voi, che grazie all’impegno e alla dedizione al lavoro e nello studio avete contribuito alla crescita non solo della vostra azienda, ma anche dell’intera provincia”.

Il presidente ha quindi consegnato agli insigniti, molti dei quali attivi anche dopo la pensione - chi in campagna, chi nell’assistere i colleghi più giovani, chi in nuove attività - una riproduzione dell’affresco di Karl Plattner che domina la sala consiliare. Il console dell’Unione Maestri del Lavoro Pierluigi Sibilla, ringraziando per l'accoglienza in Consiglio, ha sottolineato che i nuovi Maestri del lavoro, così come i precedenti, pure presenti, hanno dato un valore aggiunto alla provincia.

Tra le persone insignite del riconoscimento del Presidente della Repubblica c’era anche una giovanissima Alfiere del lavoro per la benemerenza nello studio: Alessandra Cosenza, diplomatasi nel 2017 al liceo Gandhi di Merano con lode e una media del 9,75 negli ultimi 4 anni scolastici,  ora studia medicina a Monaco di Baviera. Nel complimentarsi con lei per i suoi risultati, Noggler si è augurato che al termine degli studi faccia ritorno in Alto Adige, “dove c’è tanto bisogno di medici”.

I Maestri del lavoro premiati sono Franco Bisinella (Lancia/Iveco), Anita Dapor (Fercam), Oliviero Fauri (SIP/Telecom), Erwin Federer (Kaan), Reinhard Anselmo Senoner (Hofer srl), Marlene Siller (Forst), Giuseppe Simeoni (Eurobeton), Meinhard Steckholzer (Leitner), Peter Wieser (Leitner)/Prinoth), Antonella Zuccali (Iveco defense), Tiziana Bertamini (SIP/Telecom), Armin Mair (Athesia) e Daniela Zamignan (Fercam).

 

 


(MC)