Contenuto principale

Consiglio

Consiglio | 23.07.2019 | 17:31

4a Commissione: no al dlp sull'aeroporto

L’organo guidato da Ladurner ha approvato gli articoli di competenza nel dlp omnibus 27/19 e dato parere negativo ad altri quattro disegni di legge. A novembre audizione sul tema della violenza sulle donne.

Riunita sotto la presidenza di Jasmin Ladurner, la 4a commissione legislativa ha esaminato oggi 5 disegni di legge.

Parere positivo, con 4 voti favorevoli (pres. Ladurner e conss. Magdalena Amhof, Franz Locher e Manfred Vallazza) e 4 astensioni (conss. Brigitte Foppa, Diego Nicolini, Franz Ploner e Sandro Repetto) è stato dato agli articoli di competenza della commissione, ovvero quelli dal 22 al 32 riguardanti sanità e formazione, nel dlp omnibus 27/19, “Modifiche di leggi provinciali in materia di enti locali, assistenza scolastica, istruzione, scuole per l’infanzia, pubblico spettacolo, ordinamento degli uffici e personale, agricoltura, tutela del paesaggio e dell’ambiente, utilizzazione di acque pubbliche, urbanistica, caccia e pesca, igiene e sanità, politiche sociali, lavoro, artigianato, esercizi pubblici, commercio, cave e torbiere, economia, ricerca e innovazione (pres. della Provincia Arno Kompatscher).

Il disegno di legge di iniziativa popolare 1/18, Libertà di scelta invece dell’obbligo vaccinale – modifiche della legge provinciale 28 ottobre 1994, n. 10, “Disposizioni attuative dell’obbligo vaccinale” (Andreas Pöder e altri) ha ricevuto parere negativo con 3 voti favorevoli (conss. Foppa, Nicolini e F. Ploner) e 4 voti contrari (pres. Ladurner, conss. Locher, Renzler e Vallazza). “La proposta contrasta con la normativa statale, che anche la Provincia autonoma di Bolzano è tenuta a rispettare”, spiega la pres. Ladurner.

Il dlp 6/19, Tutela del clima, limitazione del traffico aereo e trasferimento alla provincia dell’aeroporto di Bolzano (conss. Riccardo Dello Sbarba, Brigitte Foppa e Hanspeter Staffler) ha ricevuto parere negativo con 3 voti favorevoli (conss. Foppa, F. Ploner e Nicolini) e 4 voti contrari (presidente Ladurner, conss. Renzler, Locher e Vallazza). La presidente spiega come “in base al parere legale, il disegno di legge non regge: la gara e il relativo masterplan sono giuridicamente vincolanti”.

Anche il dlp 13/19, Adeguamento del requisito della residenza agli standard statali (conss. Andreas Leiter Reber e Ulli Mair) ha ricevuto parere negativo, con 7 voti contrari (presidente Ladurner, conss. Locher, Renzler, Vallazza, Foppa, F. Ploner e Repetto) e 1 astensione (cons. Nicolini). “Si rifletterebbe negativamente anche su persone provenienti da Comuni fuori dall'Alto Adige”, riferisce ancora Ladurner.

Negativo anche il voto sul dlp 23/19, Misure per rendere accessibili i prezzi degli alloggi (conss. Andreas Leiter Reber e Ulli Mair), bocciato con 4 voti favorevoli (conss. Foppa, Nicolini, F. Ploner e Repetto) e 4 voti contrari (presidente Ladurner – voto determinante – e conss. Locher, Renzler e Vallazza). La nuova legge sull’edilizia abitativa agevolata è in elaborazione e sarà discussa in autunno: “Non è opportuno che venga approvata ora una legge che si inserisce in questo settore”, commenta Ladurner.

Infine, la commissione ha stabilito di tenere alla vigilia della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne (25.11), e precisamente il venerdì precedente, 22 novembre, un’audizione a porte chiuse di rappresentanti delle associazioni attive nel settore. “Vogliamo confrontarci per capire come la politica può intervenire attivamente per combattere il fenomeno”, conclude Ladurner.

(MC)