Contenuto principale

Consiglio

Consiglio | 17.09.2019 | 17:22

La scienza incontra il Parlamento

Confronto tra esperti sulla gestione transfrontaliera del rischio di catastrofi naturali.

Sonja Ledl-Rossmann con (da sx) Roberto Ciambetti (presidente Consiglio regionale Veneto e componente del Comitato europeo delle Regioni), Josef Noggler e Walter Kaswalder.ZoomansichtSonja Ledl-Rossmann con (da sx) Roberto Ciambetti (presidente Consiglio regionale Veneto e componente del Comitato europeo delle Regioni), Josef Noggler e Walter Kaswalder.

Oggi, martedì 17 settembre, rappresentanti del mondo politico, amministrativo e scientifico si sono incontrati nel Tiroler Landhaus per approfondire varie questioni legate alla gestione transfrontaliera del rischio di catastrofi naturali nella Euroregione Tirolo-Alto Adige-Trentino.

Si tratta di un ambito che presenta numerose sfide per le autorità e le organizzazioni coinvolte - in particolare sotto il profilo giuridico. Ben 80 ospiti hanno accolto l’invito della presidente dell’assemblea legislativa del Tirolo Sonja Ledl-Rossmann a seguire le relazioni tecniche e partecipare alla discussione. Obiettivo della conferenza: promuovere lo scambio tra i Consigli Provinciali dell’Euroregione e i rappresentanti del mondo tecnico-scientifico e individuare congiuntamente nuovi approcci a livello regionale.

“Le alluvioni non conoscono confini, coinvolgendo indistintamente il Tirolo, l‘Alto Adige e il Trentino. Pertanto, spetta al mondo politico creare le condizioni per abolire gli ostacoli giuridici e valorizzare la cooperazione anche transfrontaliera.”, ha sottolineato la presidente Ledl-Rossmann nel suo discorso introduttivo. Anche i presidenti dei Consigli della Provincia di Bolzano e di Trento, Josef Noggler e Walter Kaswalder, hanno rilevato l’importanza della cooperazione transfrontaliera nella protezione civile e nella gestione delle calamità.

Competenze e conoscenze trasversali

Tre le sessioni tecniche, dove rinomati esperti degli atenei di Innsbruck, Bolzano e Trento, nonché i rappresentanti della Commissione Europea, hanno illustrato i vari livello del quadro normativo, evidenziando gli approcci pratici di cooperazione transfrontaliera e fornendo suggerimenti concreti per ampliare il margine di intervento.

Tavola Rotonda: maggiore chiarezza a livello giuridico

Il convegno si è chiuso con una tavola rotonda che ha visto protagonisti i rappresentanti del mondo politico, delle amministrazioni e delle organizzazioni di soccorso e di protezione civile. Concordando sul fatto che la collaborazione funziona bene nei casi di emergenza, è stato sottolineato che sarebbe auspicabile una maggiore chiarezza a livello legislativo in vari ambiti, primo di tutto quello della responsabilità.

Base di lavoro per la seduta delle tre assemblee legislative

Le conclusioni della conferenza saranno analizzate e presentate per la votazione in occasione della prossima riunione delle tre assemblee legislative, in programma il 16 ottobre a Merano.

Infine è prevista una pubblicazione scientifica a cura dell’Istituto per il Federalismo, dell’Assemblea Legislativa del Tirolo, dell’Università di Innsbruck e della Commissione Europea, organizzatori del convegno.

Cos’è “Science meets Parliaments“

“Science meets Parliaments“ è una serie di convegni promossi dalla Commissione Europea per avvicinare i rappresentanti del mondo politico agli esponenti del mondo della scienza, per valorizzare la comprensione reciproca e far tesoro di nuove conoscenze sul piano politico. La conferenza odierna ha avuto luogo nell’ambito di questa serie e ha goduto di un supporto importante dalla Commissione Europea, sia a livello tecnico che finanziario.


Il convegno nella Sala grande del Tiroler Landhaus a Innsbruck. Zoomansicht Il convegno nella Sala grande del Tiroler Landhaus a Innsbruck.
© Landtagsdirektion Tirol/Berger

(LTP)