Contenuto principale

Consiglio

Consiglio | 11.11.2020 | 12:00

Lavori Consiglio: bilancio di previsione del Consiglio

Approvata la delibera che presenta entrate e uscite per 14,9 milioni. Consiglieri e consigliere apprezzano il lavoro del personale e invitano a sempre maggiore trasparenza.

Il plenum del Consiglio provinciale ha esaminato oggi proposta di deliberazione: Approvazione del progetto del bilancio di previsione del Consiglio della Provincia autonoma di Bolzano per gli anni finanziari 2021, 2022 e 2023, del relativo Piano degli indicatori e del Documento unico di programmazione, illustrata dal pres. Josef Noggler che ha anche ringraziato il personale per averla predisposta: essa presenta entrate e uscite per 14,9 milioni €.
In merito, Brigitte Foppa (Gruppo Verde) ha ringraziato i collaboratori e le collaboratrici del Consiglio, a fronte dell’importante apertura verificatasi negli ultimi anni e della necessità di rendere il palazzo sempre più trasparente. Ci sono stati molti cambiamenti, che vanno visti come chance nella consapevolezza dell’importanza del lavoro parlamentare. Ora si è anche più consapevoli dell’importanza del lavoro in presenza, nonché della necessità di trovare nuove modalitá di collaborazione. C’è grande soddisfazione anche per l’operato degli operatori del servizio di accoglienza, il cui ruolo di rappresentanza è molto importante.
Anche Elisabeth Rieder (Team K) ha ringraziato, anche come segretaria questora, i collaboratori del Consiglio, rilevando poi che le finanze del Parlamento provinciale erano gestite in maniera molto oculata. Tutti i collaboratori si organizzavano per offrire al meglio i servizi del Consiglio, proprio in questi giorni era necessario un importante lavoro tecnico per permettere ai consiglieri di operare bene e ai cittadini di seguire le sedute, di questo bisogna ringraziare i dipendenti e le dipendenti. 
A questi ringraziamenti si è associato Andreas Leiter Reber (Die Freiheitlichen) rilevato che pochi cittadini sanno che niente funzionerebbe senza il personale del Consiglio, dall’Ufficio traduzioni a quello legale. Andrebbe evidenziato tutto l’apparato che sta dietro ai lavori del Consiglio.
Anche Sven Knoll (Süd-Tiroler Freiheit) si è associato ai ringraziamenti al personale, ma ha annunciato astensione al voto sulla delibera, rilevando l’allontanamento tra cittadinanza e politici. Bisogna contrastare questa tendenza con misure attive, perché si capisca che l’attivitá dei consiglieri influenza la vita dei cittadini, e che non è solo la Giunta che decide per loro. Il Consiglio dovrebbe far valere le proprie competenze, per esempio anche sulle indennità dei consiglieri, rilevando la relativa competenza dal Consiglio regionale, perché non sembri che ci si voglia accaparrare certi privilegi in sordina. 
Secondo Gerhard Lanz (SVP) le iniziative adottate dal Consiglio negli ultimi anni hanno reso più trasparente il palazzo e devono essere portate avanti. È vero che la visibilità della politica non è delle migliori, ma questo dipende anche dalla modalità di lavoro degli stessi consiglieri. Bisogna cercare di svolgere il proprio lavoro in maniera più professionale, dimostrandolo. Va sempre ricordato che è il Consiglio a fare le leggi, non la Giunta, e un ringraziamento va al personale, all’Ufficio di Presidenza e a tutte le Commissioni.
La vicepresidente Rita Mattei ha ringraziato tutto l’apparato del Consiglio, del cui lavoro spesso non si è consapevoli: esso è particolarmente importante sia per le sedute che per il lavoro preparatorio a esse.
Anche Josef Unterholzner (Enzian) si è associato ai ringraziamenti al personale.

Il pres. Josef Noggler ha rilevato che trasparenza e partecipazione sono particolarmente importanti per l’Ufficio di Presidenza, e che è nato un progetto che va proprio in questa direzione. La delibera è stata quindi posta in votazione e approvata con 33 sì e 2 astensioni.

Si è quindi passato all’elezione di nuovo componente della Commissione elettorale circondariale - Sottocommissione di Merano a seguito delle dimissioni di Alexander Knoll. Su proposta di Gerhard Lanz (SVP), con 26 sì e 9 astensioni è stato eletto Reinhard Bauer.

(MC)