Contenuto principale

Consiglio

Consiglio | 15.09.2020 | 16:47

Lavori Consiglio: Interrogazioni su temi d’attualità - 3

Poste da consiglieri e consigliere alla Giunta provinciale, riguardavano i test PCR per SARS-COV-2, il programma per un’alimentazione sana, il divieto di transito per mezzi agricoli sulla MeBo presso Frangarto. L’esame delle interrogazioni è terminato.

Come risulta dalla risposta a una precedente interrogazione, tra il 1° febbraio e l’8 luglio sono stati effettuati 62.075 test PCR per SARS-COV-2: 3.234 sono risultati positivi e 2.441 dubbi. Tutte le persone positive e con test dubbio, pari al 43% del totale, hanno dovuto restare in quarantena: il Team K ha chiesto a questo proposito, nell’ambito della discussione odierna delle interrogazioni su temi di attualità,  se ci sono delle linee guida dell’ISS su come devono essere trattate le persone con test dubbio, se vengono effettuati controlli qualità sui test, perché i test dubbi non vengono ripetuti entro 48 ore. La Giunta ha replicato che “esito dubbio” è un termine poco felice, tuttavia questo significa che, dopo 35 repliche nell’ambito del test, non chiaro se ci si trova all’inizio dell’infezione per via di un’influenza virale minore: i casi dubbi vanno trattati come positivi, sulla base di un protocollo del Ministero della Salute e le disposizioni dell’ISS. In Tirolo la situazione è diversa, il paziente viene contattato e la quarantena termina se sta bene. Il Team K ha evidenziato che il laboratorio sarebbe tenuto a ripetere i test fino a che nn si ha un risultato positivo o negativo, e invitato ad effettuare controlli di qualità sui laboratori stessi. 

L’articolo 4 della legge provinciale n. 8 del 2010 prevedeva l’approvazione di un “programma per un comportamento critico da parte dei consumatori e per un’alimentazione sana” entro 180 giorni, ma nel frattempo questi 180 giorni sono trascorsi più di una volta senza che il programma fosse stilato: lo ha segnalato il Gruppo Verde chiedendo se ciò è vero e cosa succede se la Provincia stessa non si attiene alle proprie leggi. La Giunta provinciale ha risposto che il programma andava approvato già entro la fine del 2010, ma questo non era avvenuto. È però giunto il momento di attuare quanto previsto, e questo spetta alla Giunta provinciale, che si attiverà cercando di rimediare al più presto.

Da poco, sulla SS 42 della Mendola, tra il km 239 3 il km 241, è stato introdotto un divieto di transito per mezzi agricoli e biciclette, con una deviazione attraverso Frangarto. Al di là del fatto che sarebbe  necessaria una corsia veloce solo per biciclette tra Bolzano e l’Oltradige, questo divieto porta gravi disagi a chi guida mezzi agricoli: lo hanno segnalato i Freiheitlichen, domandando alla Giunta quanti incidenti con mezzi agricoli ci sono stati nel tratto in questione negli ultimi tre anni, se la Giunta pensa con tale divieto di ridurre la quota di incidenti, se è al corrente delle difficoltà di manovra dei trattori a causa del forte traffico e del relativo rischio, quando essa intende procedere con la realizzazione di una rotatoria in questo punto. La Giunta ha risposto che si tratta di una zona con grande traffico, e che negli anni si è intervenuti spesso, con misure di alleggerimento, tra cui il metrobus. Ci sono stati confronti con i rappresentanti dei contadini per analizzare la situazione, e si intende migliorare la rotatoria presso il Pillhof; nell’attesa è stato deciso l’utilizzo della strada sopra Frangarto nella direzione Appiano-Bolzano. È comunque in conclusione il progetto esecutivo, che si conta di implementare entro 3 anni. 

L’esame delle interrogazioni su temi d’attualità è terminato. La seduta prosegue con l’esame dei punti istituzionali all’ordine del giorno.

(MC)