Contenuto principale

Consiglio

Consiglio | 13.03.2019 | 12:59

Lavori Consiglio: Designazioni e rinvio del voto sugli attivisti

Designati i componenti di sottocommissioni elettorali e Commissione pari opportunità. Rinviata, in accordo tra proponenti e Giunta e con riferimento al procedimento in corso, la discussione del voto proposto dalla Süd-Tiroler Freiheit.

Il plenum del Consiglio provinciale di Bolzano ha completato questa mattina l’esame dei punti istituzionali all’ordine del giorno della sessione di sedute di marzo.

Il presidente Josef Noggler ha invitato innanzitutto a procedere alla designazione dei componenti della sottocommissione elettorale di Bolzano: l’aula ha scelto in seguito a votazione Armand Mattivi (proposta SVP), Christian Covi (proposta Lega Alto Adige - Südtiroli) e Paolo Sticcotti (proposta Partito Democratico - Liste civiche) quali effettivi, e Kilian Bedin (SVP), Sergio Fizzotti (Lega Alto Adige - Südtirol) e Marco Alberto (PD - Liste civiche) come supplenti.

Nella sottocommissione di Bressanone sono stati designati quali componenti effettivi Josef Kirchler (SVP), Paul Zanon (Gruppo Verde) e Adriano La Femina (Movimento 5 Stelle), e quali componenti supplenti Walter Mitterrutzner (SVP), Angelo Baffo (Lega Alto Adige - Südtirol) e Alois Josef Kerschbaumer (Gruppo Verde).

Per la sottocommissione di Brunico, in seguito a votazione sono risultati designati quali componenti effettivi Hansjörg Tschaffler (SVP), Elisabeth Unterhauser (SVP) ed Elisabeth Mair (Gruppo Verde), mentre componenti supplenti sono risultati Ruth Morandi (SVP), Magdalena Santer Dapoz (SVP) e Maria Theresia Ellemunter (Team Köllensperger)

Nella sottocommissione di Merano sono stati designati Alexander Knoll (SVP), Thomas Ladurner (SVP) e Francesca Morrone (Movimento 5 Stelle) quali componenti effettivi, e Ingrid Gartner (SVP), Hans Werner Wickersheim (SVP) e Mario Volante (Partito democratico - Liste civiche) quali supplenti.

Nella sottocommissione di Silandro sono stati designati infine Erwin Josef Dilitz(SVP), Edith Götsch (SVP) e Gerhard Kapeller (Gruppo Verde) quali effettivi, ed Erich Ohrwalder (SVP), Christa Prieth Schwall (SVP) e Rita Bonora (L’Alto Adige nel cuore - Fratelli d’Italia) quali supplenti.

L’aula ha proceduto poi alla designazione (su proposta della minoranza politica) di 3 componenti effettive e 3 supplenti della Commissione provinciale per le pari opportunità per le donne (articolo 19 della legge provinciale 8 marzo 2010, n. 5): quali effettive sono state designate in un’unica votazione palese (27 sì, 6 astensioni) Roberta Mattei (PD), Petra Priller (Team Köllensperger) e Sylvia Rier (Gruppo Verde), quali supplenti (con 27 sì, 4 astensioni) Rosanna Oliveri (L’Alto Adige nel cuore - Fratelli d’Italia), Ulrike Spitaler (Gruppo Verde) e Judith Steinmair (Team Köllensperger).

È quindi iniziato l’esame delle proposte dell’opposizione.

Myriam Atz Tammerle (Süd-Tiroler Freiheit) ha chiesto il rinvio del suo voto n. 1/18: Concessione della grazia agli attivisti sudtirolesi, facendo riferimento a consultazioni in corso con uno degli attivisti e con la Giunta provinciale. Alessandro Urzì (L’alto Adige nel cuore - Fratelli d’Italia) ha chiesto di chiarire in cosa consistono queste consultazioni. Il pres. Noggler ha chiarito che la richiesta di Atz Tammerle comporta il decadimento del documento, che va eventualmente ripresentato. Il presidente della Provincia Arno Kompatscher ha specificato però che se la discussione fosse iniziata, si sarebbe potuto procedere alla sospensione, e spiegato di aver riferito alla Süd-Tiroler Freiheit che la Giunta riteneva non opportuno trattare ora la materia perché c’è un procedimento in corso.  Atz Tammerle ha confermato la richiesta di rinvio, che è stato deciso dopo un confronto sul regolamento con interventi di Foppa, Knoll, Urzì e Lanz.
La seduta prosegue nel pomeriggio con la trattazione delle proposte dell’opposizione.

(MC)