Contenuto principale

Gruppi consiliari

| 28.01.2008 | 17:29

Comunicato stampa: Unitalia con La Destra per sconfiggere definitivamente la sinistra a livello nazionale. Per le elezioni provinciali riproponiamo una lista unitaria per tutto il centro destra.

Il centro destra ha l’assoluta necessità di confrontarsi per creare le condizioni di una vera alternativa al sistema locale dominato dalla SVP e dai partiti della sinistra. Bisogna però distinguere fra due diverse priorità: quella elettorale nazionale e quella amministrativa, tutta locale, per il rinnovo del Consiglio Provinciale.

Per la prima, preso atto che la data delle elezioni non è ancora stabilita e, benché noi si auspichi una sollecita chiamata al voto, tutto è ancora da definire, la nostra posizione è chiara: dobbiamo rappresentare la destra sociale all’interno della coalizione della casa delle libertà e quindi, con La Destra di Storace, di cui siamo i responsabili locali, con la Fiamma Tricolore, con Trentino Libero di Claudio Taverna, così come con altri movimenti di destra nazionali e regionali,  saremo presenti in campagna elettorale per il rinnovo del Parlamento nazionale con tutta la convinzione di cui Unitalia è capace quando crede nella mèta da raggiungere e nell’importanza dell’impegno da mettere in campo.

Per la campagna elettorale “autunnale” che ci vedrà invece impegnati per il rinnovo del Consiglio Provinciale Unitalia rinnova per l’ennesima volta l’invito ai partiti e ai movimenti che rappresentano il centro destra in sede locale a presentarsi uniti, allineati e coperti, senza fraintendimento alcuno, e quindi in un'unica lista di riferimento che rappresenterebbe quel segnale di comuni intenti che gli elettori si aspettano da noi. Siamo infatti convinti che, pure nella diversità ideologica e rappresentativa che ci contraddistingue da AN, Forza Italia ed altri, la questione alto atesina non consente più spazi di manovra solitaria all’interno del centro destra e, contemporaneamente, esiste per tutti l’obbligo di essere estremamente chiari e trasparenti dinnanzi alla nostra Comunità: è infatti evidente che federazioni di partiti, programmi comuni, intendimenti unanimi sono ipocrisie politiche che non hanno spazio alcuno nel quadro della credibilità elettorale se ognuno concorre con il proprio simbolo e una propria lista di riferimento. Unitalia quindi respinge ogni ipotesi di collegamenti programmatici e di impegni per il futuro con altre forze politiche se non si raggiunge lo scopo che noi auspichiamo con tutta franchezza: la costituzione di una lista di candidati unica per tutto il centro destra.

A margine di ciò va anche segnalato, senza volontà polemica ma per pura questione di principio, che le eventuali riunioni dei partiti che compongono il centro destra, se vogliono vedere la nostra partecipazione, debbono essere convocate da un coordinatore della coalizione che va nominato dai segretari dei partiti, vanno tenute in una sede neutra da stabilirsi e servono prima per il confronto e poi, quando fosse il caso, per le conferenze stampa. Ciò detto, è altrettanto chiaro che nominare pubblicamente in quella sede altri partiti della coalizione che non fossero presenti attribuendo loro intenti politici o programmatici, quando non concordati, non rappresenta certamente un buon viatico per una serena e pacifica opera di confronto.

 

Bolzano, 28 gennaio 2008

Il Presidente di UNITALIA

Donato Seppi

 

 

 

(UNI)