Contenuto principale

Difesa Civica

Difesa Civica | 27.09.2011 | 10:33

Volgger rieletta presidente dei difensori civici europei

L'assemblea generale dell'EOI, Istituto Europeo dell´Ombudsman, riunita a Novi Sad, ha confermato la difensora civica altoatesina Burgi Volgger quale presidente per altri due anni.

Volgger con il vicepresidente EOI Dragan Milkov (Serbien)Volgger con il vicepresidente EOI Dragan Milkov (Serbien)

"È la dimostrazione di un riconoscimento internazionale verso il lavoro della Difesa civica altoatesina, che viene preso sul serio": così la difensora civica della provincia di Bolzano Burgi Volgger commenta la sua conferma, per altri due anni, a presidente dell'EOI, Istituto Europeo dell´Ombudsman.

L'elezione è avvenuta di recente a Novi Sad, in Serbia, dove si è riunita l'assemblea generale dell'EOI. Per l'occasione, la locale università ha ospitato un convegno sul tema "Il lavoro quotidiano dell'ombudsman – problemi e soluzioni": difensori civici e difensore civiche di tutta Europa hanno segnalato che in tempi economicamente difficili non è facile rafforzare la fiducia delle persone nell'amministrazione pubblica. I rappresentanti dell'Europa dell'Est hanno illustrato in maniera particolare il loro impegno a garanzia dei diritti umani; particolarmente approfonditi, con scambi di esperienze, sono stati poi i pro e contro dei nuovi media: a questo proposito, Volgger si dice convinta che "il reclamo online via internet rappresenta una moderna e significativa evoluzione dell'attuale diritto di denuncia, che si diffonderà sempre di più in tutti i Paesi europei".

Volgger si dichiara invece preoccupata per lo sviluppo dell'istituto della Difesa civica in Italia, essendo questa l'unico Stato europeo ancora privo di  un difensore civico nazionale. Ha quindi criticato l'abolizione del difensore civico regionale in Friuli Venezia Giulia e quella dei difensori civici comunali: "Il mirato indebolimento dell'istituzione della Difesa civica in Italia va di pari passo con l'erosione democratica della nazione".

L'EOI, Istituto Europeo dell´Ombudsman, é stato fondato nel 1988 e ha la sua sede a Innsbruck: Volgger è la prima donna al suo vertice. Questa istituzione scientifica di pubblica utilità ha lo scopo di diffondere e promuovere l'idea dell'ombudsman, nonché di collegare e sostenere i difensori civici europei. Dell'EOI fanno parte attualmente 117 istituti di Difesa civica in tutta Europa, di Bosnia ed Erzegovina, Germania, Grecia, Gran Bretagna, Irlanda, Italia, Kazakhstan, Kirghisia, Lituania, Belgio, Paesi Bassi, Austria, Romania, Federazione Russa, Svizzera, Slovacchia, Slovenia, Repubblica Ceka e Ungheria.

(MC)