Contenuto principale

Difesa Civica

Difesa Civica | 30.06.2005 |

Nota dell’Assessorato alla sanità in merito alla Commissione conciliativa per le questioni di responsabilità medica

L’Assessore alla sanità Richard Theiner prende posizione in merito alla lettera inviata dal Comitato Tutela Consumatori che lamenta la mancanza di indipendenza della Commissione conciliativa per le questioni di responsabilità medica. Di seguito il testo integrale della presa di posizione.

“L’efficacia del modello da noi proposto è stata verificata anche con modelli adottati in altre Regioni, per esempio il Tirolo, e siamo convinti di poter risolvere molte questioni dei nostri cittadini in maniera adeguata e senza passare per le aule giudiziarie. L’Assessorato alla sanità ha elaborato il modello di Commissione conciliativa, (composto di un giudice, un giurista ed un medico legale) dopo aver esaminato diversi modelli ed essersi confrontato con istituzioni similari locali ed estere, con l’Ordine dei Medici e con la Difensora civica.

Va ribadito però che anche l’organismo più paritetico e perfetto per essere efficace deve riscuotere il riconoscimento da parte della società di assicurazione per far sì che a quanto concordato faccia seguito un effettivo risarcimento. Ora abbiamo la concreta risposta da parte di società di assicurazione che il nostro modello è condiviso ed accettato e questo ci garantisce la sua concreta applicabilità.

Da mesi l’Assessorato si sta muovendo e la scelta di questa composizione è dettata dal fatto che si vuole avere una commissione super partes. Il giudice, il giurista ed il medico legale sono figure tecniche che non rappresentano le parti in causa. In merito al fatto che i pareri della Commissione non siano vincolanti, l’Assessorato fa presente che la Commissione non vuole rappresentare l’ultima istanza e che si vuole salvaguardare la possibilità delle parti di rivolgersi al Tribunale Ordinario.

La proposta di istituire un centro di ascolto per le denunce anonime, avanzata nella lettera del Centro Tutela Consumatori, è interessante ma si fa presente che dal 15 aprile 2005, funziona notoriamente e con buon esito un servizio “Pronto sanità” al numero 840 00 22 11, che permette agli utenti, anche in forma anonima, di segnalare anche eventuali disservizi nella sanità, che sono puntualmente registrati ed esaminati. Per ora riteniamo questo tipo di servizio sufficiente”.
(Autore: FG)

(FG)