Contenuto principale

Consiglio

Consiglio | 15.12.2017 | 15:22

Lavori Consiglio: Approvati legge di stabilità e bilancio 2018

Terminato in Consiglio provinciale l’esame della manovra di bilancio 2018. I due disegni di legge sono stati approvati con 19 sì e 13 no. La seduta di bilancio è conclusa.

Approvato il bilancio di previsione 2018 della Provincia.ZoomansichtApprovato il bilancio di previsione 2018 della Provincia.

Il plenum del Consiglio provinciale ha affrontato questo pomeriggio l’esame articolato del dlp 147/17, Legge di stabilità provinciale per l'anno 2018.

L’articolo 1 prevede che la tassa automobilistica non debba essere pagata in caso di fallimento aziendale, di crisi economica del privato cittadino o di liquidazione coatta amministrativa di una cooperativa, se la procedura è annotata al PRA. Il pres. Arno Kompatscher ha aggiunto con emendamento un comma ai fini dell’esenzione IRAP delle organizzazioni di volontariato in caso di sponsorizzazione (associazioni sportive). Approvato l’emendamento, è stato approvato anche l’articolo (20 sì, 1 no, 8 astensioni).

Approvato senza discussione l’articolo 2.

L’articolo 3 propone una modifica della legge sull’IMI, prevedendo che l’aliquota prevista per i garage degli hotel sia allineata a quella prevista per i rispettivi esercizi pubblici. Paul Köllensprger (Movimento 5 Stelle) ne ha chiesto lo stralcio ritenendolo un privilegio che causa disparità di trattamento. Il pres. Arno Kompatscher ha chiarito che si tratta di uniformare le aliquote IMI tra esercizi che hanno il garage dall’origine ed esercizi che l’hanno costruito dopo. Respinto l’emendamento di Köllensperger, l’articolo è stato approvato con 18 sì, 4 no e 11 astensioni.

All’articolo 4, che riguarda le autorizzazioni di spesa per il 2018, era allegata la relativa lista. In merito alle unità di voto relative alle spese, Hans Heiss (Gruppo Verde) ha chiesto informazioni sulle spese per centri linguistici, i contributi ad associazioni pubbliche per la ricerca scientifica, un contributo alla Libera Università di Bolzano, il contributo ad associazioni per la tutela del patrimonio etno-culturale ladino, Paul Köllensperger (Movimento 5 stelle) sull’attività informativa della Regione Trentino Alto Adige/Südtirol, le convenzioni radiotelevisive, le spese per la fusione AE-SEL, l’acquisto di partecipazioni e di immobili, il fondo per crediti non riscuotibili. In merito, hanno risposto l’ass. Philipp Achammer, il pres. Arno Kompatscher, che ha citato una prossima campagna nazionale per far conoscere le caratteristiche della provincia di Bolzano, le tasse sulla fusione SEL-AEW, l’aumento di capitale della BBT (“l’ultimo”), della BLS, della Stilfser Joch, il fondo per il rientro di capitale dell’ambito della norma sull’armonizzazione dei bilanci, l’ass. Florian  Mussner, che ha fatto riferimento alla tutela dei beni culturali e ai musei, l’ass. Christian Tommasini, che ha riferito di 60 milioni per il progetto dell’areale Benko, cui corrispondono 60 milioni in entrata, trattandosi di uno scambio, e di 7 milioni destinati all’ampliamento della Marie Curie di Merano e l’acquisto di immobili l’Università di Bolzano e Bressanone. Il pres. Arno Kompatscher ha presentato un emendamento a modifica “non sostanziale” delle tabelle allegate, che è stato approvato con 18 sì, 5 no e 5 astensioni. L’articolo è stato approvato con 19 sì, 8 no e 4 astensioni.

Approvati poi senza discussione gli articoli 5, 6, 7 (con emendamento sostitutivo del pres. Arno Kompatscher) e 8.

Si è quindi passati all’esame articolato del dlp 148/17, Bilancio di previsione della Provincia autonoma di Bolzano per gli esercizi 2018, 2019 e 2020.

Approvati senza discussione gli articoli 1, 2 e 3 (tutti con emendamento sostitutivo del pres. Kompatscher), l’articolo 4 (con modifica degli allegati) e l’articolo 5.

Non essendoci dichiarazioni di voto, il dlp 147/17 è stato messo in votazione e approvato con 19 sì e 13 no. Anche il dlp 148/17, votato subito dopo, è stato approvato con 19 sì e 13 no.

Con questa votazione e gli auguri di buone feste da parte del pres. Roberto Bizzo si è conclusa la seduta di bilancio del Consiglio provinciale, che tornerà a riunirsi il prossimo 16 gennaio.

 

 


(MC)