Contenuto principale

Consiglio

Consiglio | 25.01.2019 | 16:42

Lavori Consiglio: eletta la Giunta provinciale, Noggler presidente del Consiglio - ALLEGATE FOTO

Eletta con 18 sì e 16 no la squadra proposta da Arno Kompatscher. Josef Noggler nuovo presidente del Consiglio provinciale, Rita Mattei e Manfred Vallazza vicepresidenti, Renzler, Locher e Rieder segretari questori.

Il neoeletto Ufficio di Presidenza del Consiglio provinciale. (Foto: Consiglio/Werth)ZoomansichtIl neoeletto Ufficio di Presidenza del Consiglio provinciale. (Foto: Consiglio/Werth)

Alla ripresa dei lavori dell’aula dopo una breve interruzione, il presidente Thomas Widmann ha invitato consiglieri e consigliere a votare (voto palese) per la squadra di Giunta proposta dal presidente della provincia Arno Kompatscher: essa è risultata eletta con 18 sì e 16 no (34 votanti).

Di conseguenza, tutti i componenti dell’Ufficio di Presidenza si sono dimessi, compreso il presidente Widmann, che prima di farlo ha invitato a gestire i lavori quale componente più anziano il consigliere Helmuth Renzler, assistito dai due consiglieri più giovani, Jasmin Ladurner e Carlo Vettori. Renzler ha quindi invitato i neoeletti assessori a prendere posto nelle poltrone della Giunta, esortando poi i consiglieri ad avanzare proposte di candidature per il nuovo presidente del Consiglio. Gert Lanz (SVP) ha proposto Josef Noggler, mentre Brigitte Foppa (Gruppo Verde) ha ricordato che è uso parlamentare che la presidenza vada a un esponente dell’opposizione, e ha quindi proposto Paul Köllensperger quale più votato dalle opposizioni. Alessandro Urzì (L’Alto Adige nel cuore - Fratelli d’Italia) ha ritenuto legittime ma “stridenti” entrambe le proposte, ritenendo che le cariche istituzionali dovessero essere frutto di una condivisione tra maggioranza e minoranza. Tale ufficio dovrebbe essere slegato dalle appartenenze politiche in senso stretto. Ulli Mair (Die Freiheitlichen) ha sostenuto la candidatura di Köllensperger, ricordando che 5 anni fa lei stessa aveva proposto Pius Leitner quale consigliere più votato dall’opposizione per rivestire il secondo ruolo istituzionale della Provincia. Cinque anni fa, ha ricordato però, fu Köllensperger a non sostenere Leitner.

In assenza di risposte alla sua proposta, Urzì ha annunciato che non avrebbe partecipato al voto. Al termine della procedura di votazione a scrutinio segreto, Josef Noggler è risultato eletto presidente del Consiglio provinciale con 19 voti (Paul Köllensperger ne ha ricevuti 15). Il neopresidente ha ringraziato che gli aveva dato fiducia, augurandosi di poter contare sulla collaborazione e il sostegno di tutti: “Farò il possibile per gestire questa carica con responsabilità”.

Prima dell’elezione dei vicepresidenti, Carlo Vettori (Lega Nord Alto Adige- Südtriol) ha proposto Rita Mattei, dello stesso gruppo. Per l’opposizione, Paul Köllensperger (Team Köllensperger) ha proposto Riccardo Dello Sbarba (Gruppo Verde), mentre Gert Lanz (SVP) ha proposto come vicepresidente ladino Manfred Vallazza (SVP), esprimendo sostegno alla candidatura di Mattei quale vicepresidente  italiana. Nella prima votazione, Rita Mattei è stata eletta vicepresidente italiana con 20 voti (Riccardo Dello Sbarba ne ha ricevuti 13), nella seconda Manfred Vallazza è risultato eletto vicepresidente ladino con 24 voti (8 schede bianche, 1 nulla, 1 per Daniel Alfreider).

Ha quindi preso la parola la vicepresidente Rita Mattei, che ha ringraziato per la fiducia tutti coloro che l’avevano votata,  “anche quel consigliere in più dell’opposizione”. Si è detta orgogliosa di rivestire un ruolo istituzionale importante, impegnandosi a onorarlo con la massima correttezza e professionalità. Anche il vicepresidente Manfred Vallazza ha ringraziato per l’elezione, augurandosi una buona collaborazione per il bene dei ladini e delle vallate ladine.

Si è quindi passati alla votazione dei segretari questori, due dei quali appartenenti alla maggioranza, ruoli per i quali Gert Lanz (SVP) ha proposto Helmuth Renzler e Franz Locher. I due candidati sono stati eletti: Locher ha ricevuto 27 voti, Renzler 22 (1 voto epr Magdalena Amhof, 6 schede bianche, 2 nulle). Alex Ploner (Team Köllensperger) ha proposto poi quale segretario questore dell’opposizione, Maria Elisabeth Rieder, che è risultata eletta con 30 voti (1 a Urzì).

In questo modo l’.Ufficio di presidenza del Consiglio provinciale è risultato completato con  Josef Noggler presidente, Rita Mattei e Manfred Vallazza vicepresidenti, Helmuth Renzler, Franz Locher e Maria Elisabeth Rieder segretari questori.

Prima della chiusura, l’aula era chiamata a designare tre consiglieri provinciali quali componenti del Comitato d’intesa per i posti statali in Alto Adige: Sven Knoll ha proposto quale membro dell’opposizione Andreas Leiter Reber, Gert Lanz a nome della SVP Helmuth Renzler, Brigitte Foppa ha proposto Hanspeter Staffler e Jasmin Ladurner Carlo Vettori. Sono risultati eletti i consiglieri Renzler (27 voti), Vettori (21) e Leiter Reber (21).

La seduta è terminata.

 


La neoeletta Giunta provinciale (Foto: Consiglio/Werth) Zoomansicht La neoeletta Giunta provinciale (Foto: Consiglio/Werth)
Da sx, Thomas Widmann, Philipp Achammer, Daniel Alfreider, Arnold Schuler, Arno Kompatscher, Giuliano Vettorato, Waltraud Deeg, Maria Hochgruber Kuenzer e Massimo Bessone.

(MC)