Contenuto principale

Consiglio

Consiglio | 12.04.2018 | 17:54

Digitalizzazione: presentato in Consiglio provinciale il bilancio intermedio

Lo stato attuale relativo all’implementazione della digitalizzazione illustrato nell’ambito di un’audizione in Consiglio provinciale oggi, 12 aprile, dall’assessora alle IT Waltraud Deeg.

L'ass. Deeg con Pöhl e Plaseller.ZoomansichtL'ass. Deeg con Pöhl e Plaseller.

Riferendo al plenum del Consiglio provinciale l’assessora Deeg ha affermato che si è sulla via verso l’”Alto Adige 4.0”. La digitalizzazione deve essere intesa quale un processo che interessa vari ambiti vitali e che deve essere accompagnato nella sua concretizzazione. “La digitalizzazione può essere implementata con successo solo se coinvolgiamo i cittadini in questo processo”, ha affermato Deeg.

Gli aspetti caratterizzanti questa via altoatesina sono stati illustrati dalla direttrice di dipartimento Carmen Plaseller e dal direttore di ripartizione Kurt Pöhl. Il programma strategico “Alto Adige digitale 2020” costituisce un importante base che fissa le linee guida per lo sviluppo digitale. “L’obiettivo prefissato è quello di modellare i processi e di implementarli per fasi secondo l’ottica dell’utenza” ha sottolineato Plaseller. Troppo spesso, infatti, i processi sarebbero ancora troppo improntati ad una logica di ripartizioni, mentre si dovrebbe operare in modo aperto e intersettoriale secondo le esigenze dei cittadini altoatesini. “Si tratta di un cambiamento che va a infrangere modelli di pensiero e che inciderà e dovrà incidere sulla cultura nelle imprese e nelle organizzazioni”, così Plaseller. Questo approccio unitario e complessivo permea anche “Alto Adige digitale 2020”.

In ogni ambito del documento strategico vi sono vari progetti portanti, come ha spiegato Kurt Pöhl indicando ad esempio la nuova identità digitale unitaria del sistema pubblico di identità digitale SPID che consente l’utilizzo di tutti i servizi online dell’amministrazione pubblica in provincia di Bolzano e di quelli nazionali. In Alto Adige questa possibilità è attiva dall’ottobre 2017; ora deve essere estesa ad altri servizi con ulteriori modalità (a.es. servizi di pagamento tramite PagoPA).

Ai sensi degli effetti della digitalizzazione sulla globalità degli ambiti della società è importante tarare e comprendere possibilmente tutti i settori per mezzo di una chiara suddivisione della governance IT. In questo processo di programmazione e gestione devono essere coinvolti nel dialogo tutti gli enti locali e anche altri attori quali associazioni economiche e formative. Le parti coinvolte svolgono un ruolo di rilievo quali mediatori nell’opera di informazione e sensibilizzazione dei cittadini. ”Dobbiamo collaborare in modo fattivo affinché i cittadini guadagnino fiducia verso le nuove tecnologie e ne riconoscano le opportunità” ha sottolineato Kurt Pöhl durante l’audizione consiliare. In questo senso è di assoluta importanza poter garantire la maggior sicurezza dei dati possibile.

L’assessora Deeg si è impegnata in questo senso facendo riferimento al centro di competenza della Provincia che sarà chiamato a garantire nel contesto locale la sicurezza nella gestione dei dati dei cittadini. 


Bilancio intermedio davanti a consigliere e consiglieri. Zoomansicht Bilancio intermedio davanti a consigliere e consiglieri.

(CK)