Contenuto principale

Comitato provinciale per le comunicazioni

Comitato provinciale per le comunicazioni | 09.08.2017 | 16:44

Informazione locale in Italia - Il ruolo del servizio pubblico

Rapporto dell’AGCOM sulle modalità di accesso all’informazione locale.

Un rapporto dell'AGCOM, recentemente pubblicato, sottolinea l'importante ruolo dell'emittenza locale sul territorio.

Per lo studio sono stati intervistate 14.000 persone di almeno 14 anni: ne è emerso che più dell'80% della popolazione in Italia si serve di canali televisivi, emittenti radio, quotidiani o Internet per ottenere notizie della propria regione, provincia o comune,  e che tra queste fonti vince chiaramente la TV locale. Per gran parte della popolazione, il TGR (in Alto Adige insieme al "Tagesschau" di RAI Südtirol) ha quasi il monopolio.

In tempi di globalizzazione, le persone hanno grande bisogno di conservare la propria identità, e accedere all’informazione locale è un modo di  vivere il senso di appartenenza ad un gruppo. Questo vale soprattutto per le regioni con minoranze, tanto che salta agli occhi che proprio queste regioni investono di più e con successo, in termini di risorse umane e materiali, in quest’ambito: la Regione Trentino - Alto Adige,  per esempio, è tra le prime  5 per il numero di giornalisti per redazione, e il 94% della popolazione consuma news locali; tra questi il 69% legge quotidiani locali, il 64% segue la Rai, il 55% una TV locale, il 43% una radio locale e il 41% i siti web di editori tradizionali. 

Lo studio "L'informazione locale in Italia. Il ruolo del servizio pubblico" è consultabile (e scaricabile) al sito dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni AGCOM, www.agcom.it.

 

(MC)